Home Musica APPLE BLOCCHERA’ LE FOTOCAMERE DEGLI SMARTPHONE DURANTE I CONCERTI

APPLE BLOCCHERA’ LE FOTOCAMERE DEGLI SMARTPHONE DURANTE I CONCERTI

1132
0
SHARE

di Mela Giannini

Tempi duri per chi, ai concerti dei propri beniamini, armati di smartphone, vorrà immortalarli con video.
Ormai la tensione è diventata alta tra artisti sul palco e pubblico in platea, così come dimostrato da alcuni episodi recenti, tipo l’insofferenza (a giusta ragione) di Adele che “invita” duramente alcuni suoi fan a godersi il concerto invece di farne video, oppure le reazioni di Keith Jarrett che lascia il palco appena compare un cellulare durante i suoi concerti, o le “incazzature” di Joe Jackson quando vede la gente che filma i suoi live, fino, addirittura, ad Alicia Keys che all’ingresso dei suoi concerti fa distribuite custodie che bloccano l’uso dei cellulari per tutta la durata del live.

Ora, paradossalmente, a cambiare il passo è gente come la Apple, proprio coloro che in principio hanno dato il LA a questa nuova era, dotando i propri apparecchi telefonici con applicazioni tali e irresistibili che piano hanno portato a quanto succede oggi, dall’uso incontrollabile della “musica liquida” (non sempre in maniera legale), fino all’eccesso di filmare i concerti degli artisti, caricandoli in rete e privando gli artisti stessi di introiti relativi ai copyright.

La notizia importante di questi giorni è che la Apple si appresta ad utilizzare un nuovo software che inibisce l’uso delle fotocamere in posti in cui è vietato filmare, come ad esempio, appunto, durante i concerti musicali.
La tecnologia utilizzata consiste in un sensore a raggi infrarossi che, piazzato in prossimità  di un palco, impedirà le riprese da parte delle fotocamere del pubblico. Sul display dello smartphone comparirà un avviso di blocco della telecamera fino a fine concerto.

E forse ora sarà possibile cominciare ad assistere ad un concerto in tutta tranquillità e serenità, nel rispetto del lavoro dell’artista e di tutta la gente che lavora attorno ad un concerto.

Comments