Home Musica Alessandra Amoroso come Alanis Morissette nel nuovo video “Comunque Andare”

Alessandra Amoroso come Alanis Morissette nel nuovo video “Comunque Andare”

1717
0
SHARE

di Mela Giannini

E’ uscito in questi giorno il video del nuovo singolo di Alessandra Amoroso – di cui abbiamo già parlato in un precedente articolo – “Comunque Andare”, canzone scritta a quattro mani con Elisa e secondo brano estratto dall’ultimo fortunato album dell’artista salentina, “Vivere a Colori“.

Il video di questo trascinante, incalzante e irresistibile brano – uno dei migliori dell’album – è diretto da Antonio UsbergoNiccolò Celaia, ed è stato girato nei pressi di Brescia, tra la Garsena Occidentale (location già scelta per le riprese del film di 007 “Quantum of Solace”) e la zona dell’Alto Garda bresciano (nel video si vedono anche alcuni paesaggi di Tremosine sul Garda).

Il video è  stato proiettato in anteprima nelle sale dei cinema The Space, prima di ogni film, ed è stato poi trasmesso il 4 marzo su Canale 5, al termine della trasmissione Pequeños Gigantes.

[youtube id=”_Q-TkT3RwJw”]

La lettura di questo video, che vede Alessandra alla guida di una Cadillac in compagnia di altri tre suoi alter ego, è una sorta di “viaggio introspettivo” che l’artista intraprende con i propri stati d’animo, un viaggio emozionale che proietta in avanti la voglia e la volontà della stessa di non mollare mai e di andare avanti comunque, un vero e proprio inno a lottare e non fermarsi mai, un invito a guardare ai momenti belli della vita anche quando la vita diventa difficile, affrontando il tutto anche con un pizzico di ironia.

La peculiarità nella realizzazione di questo video, se vogliamo geniale e intelligente, è quella di aver fatto riferimento all’idea di fondo di un altro video, mitico, del 1996, quello di “Ironic” di  Alanis Morissette, una clip che porta la firma alla regia di Stéphane Sednaoui, e che ha fatto la storia dei video. Anche in quel caso, nel video, viene rappresentato un “viaggio” metaforico attraverso le tortuosità della vita, mettendo in evidenza i vari e differenti modi di affrontare il “percorso”, a volte in modo pessimistico e altre volte in modo cinico, e il tutto interpretato con vari alter ego di Alanis. Alla fine l’artista sceglie l’Ironia come arma vincente contro le avversità.

[youtube id=”Jne9t8sHpUc&app=desktop”]

Comunque sia la scelta di Alessandra di accostarsi alla Morissette in questo “omaggio artistico” è interessante e intelligente, dato che aiuta molta gente, soprattutto giovane, del suo fandom (e non) a scoprire e conoscere anche altre grandi artiste di epoche musicali non attuali.

Testo – Comunque andare
Nananananana
nanananana
Comunque andare
anche quando ti senti morire
per non restare a fare niente aspettando la fine
andare perché ferma non sai stare
ti ostinerai a cercare la luce sul fondo delle cose

Comunque andare
anche solo per capire
o per non capirci niente
però all’amore poter dire ho vissuto nel tuo nome
E ballare e sudare sotto il sole
non mi importa se mi brucio la pelle
se brucio i secondi e le ore
mi importa se mi vedi e cosa vedi
sono qui davanti a te

coi miei bagagli ho radunato paure e desideri

Comunque andare anche quando ti senti svanire
non saperti risparmiare ma giocartela fino alla fine
e allora andare che le spine si fanno sfilare
e se chiudo gli occhi sono rose e il profumo che mi rimane
e voglio ballare e sudare sotto il sole
non mi importa se mi brucio la pelle
se brucio i secondi le ore
mi importa se mi vedi e cosa vedi

sono qui davanti a te
coi miei bagagli ho radunato paure e desideri

Comunque andare perché ferma non so stare
in piedi a notte fonda sai che mi farò trovare
e voglio ballare e sudare sotto il sole
non mi importa se mi brucio la pelle
se brucio i secondi le ore

e voglio sperare quando non c’è più niente da fare
voglio essere migliore finché ci sei tu
e perché ci sei tu da amare
Dimmi se mi vedi e cosa vedi
Mentre ti sorrido io coi miei difetti ho radunato paure e desideri

Comments