Home Recensione Concerti I due concerti del 1mo Maggio, a Roma e a Taranto

I due concerti del 1mo Maggio, a Roma e a Taranto

199
0
SHARE

di Giuseppe Santoro  FONTE: FMDBlog – faremusic.it
Nel primo giorno di Maggio, dal 1990, migliaia di persone si riuniscono in Piazza S. Giovanni a Roma, per festeggiare in musica la festa dei lavoratori.

primo-maggio2015-600x330

Vi consiglio di ascoltare a questo proposito, “Il complesso del primo maggio”, di Elio e le storie tese, canzone che con un’ironia dissacrante, descrive perfettamente l’atmosfera dell’evento.
Il famoso “concertone” da qualche anno sta diventando sempre più mainstream, mostrando una particolare attenzione, oltre che per i temi impegnati, anche per una musica più vicina all’ascoltatore medio.

Basti pensare che quest’anno, nella sua 25esima edizione, tra gli ospiti ci saranno Noemi, Emis Killa, Alex Britti, Nesli e Irene Grandi. Una specie di riproposizione dell’ultimo Sanremo in salsa operaia e sindacalista.

A onor del vero, sul palco romano non mancheranno alcuni storici gruppi del panorama indipendente italiano, come gli Almanegretta, la Pfm(dopo l’abbandono dello storico fondatore Alberto Mussida) e addirittura i Bluvertigo che si sono riuniti appositamente per l’evento. A completare l’opera, ci sarà anche Goran Bregovic che con la sua melodia balcanica darà un tocco internazionale alla giornata. Si parlerà probabilmente di temi caldi e cari all’evento come la disoccupazione (più che caldo il tema è ormai bollente) e la recente abolizione dell’articolo 18.

#UNOMAGGIOTARANTO: PRESENTATA OGGI LA TERZA EDIZIONE. TRA GL

Parallelamente a questa manifestazione ormai consolidata ma non esente da diverse critiche, sono tre anni che a Taranto, terra bellissima e dilaniata dai veleni dell’Ilva, si svolge una festa musicale alternativa, che si pone come il concorrente più credibile al concertone di Roma. Nella città pugliese tutti gli artisti suoneranno a titolo completamente gratuito e tra loro ci saranno i Subsonica, i Bud Spencer Blues Explosion, Brunori Sas, Caparezza (al suo secondo anno consecutivo), Francesco Baccini e forse anche Nina Zillie Mannarino. Insomma un cast che non ha niente da invidiare a quello del “fratello più grande” romano. Il primo maggio tarantino non è solo un evento di musica dal vivo, dal 2013 rappresenta un veicolo di protesta contro la gestione politica dell’emergenza Ilva.

Gli organizzatori quest’anno vogliono contestare il cosiddetto decreto “salva-Ilva”, che non dà nessuna risposta concreta, mettendo ancora più in difficoltà i cittadini tarantini. Sul palco ci sarà anche Marco Travaglio, direttore de “Il Fatto Quotidiano”, che parlerà di temi come la legalità e la giustizia, dimostrando la grande attenzione che alcuni media nazionali stanno riservando all’evento.

Di buona musica ce ne sarà in abbondanza a Taranto, ma mi auguro risulti soltanto un pretesto per lanciare un messaggio molto più importante.
Voi quale concerto seguirete?

Ps: Quest’anno, anche a Bologna si svolgerà una manifestazione musicale in occasione della festa dei lavoratori. Il Direttore artistico sarà Eugenio Finardi.

 

Comments

LEAVE A REPLY