Home Musica RUBEN, il nostro “Gladiatore di Ladispoli”, conquista il Portogallo ad XFactor

RUBEN, il nostro “Gladiatore di Ladispoli”, conquista il Portogallo ad XFactor

104
0
SHARE
 di Mela Giannini
L’italiano Ruben Mendez arriva secondo ad XFactor Portogallo 2014, dietro solo alla brava portoghese Kika.


10846237_569700353160835_3486777999366183513_n

Sembra che quest’anno l’Italia stia “donando” a terre straniere alcuni tra i suoi giovani figli più talentuosi.
Prima Andrea Faustini che conquista l’Inghilterra e ora Ruben Mendez che fa proseliti in Portogallo… ed entrambi specchio di una Italia talentuosa a cui non sono stati  riconosciuti in patria i propri “meriti”, perchè in Italia avere dei “MERITI” non è un valore aggiunto, ma un dettaglio trascurabile …e in sunto stiamo parlando della discografia italiana e di tutto l’indotto mediatico che gli orbita attorno.

E pensare che entrambi gli artisti non hanno proposto al pubblico estero la classica “melodia” –  il classico modo di interpretarla- a cui di solito la musica Italiana viene accostata per “cultura” e per volere della stessa discografia Italiana, che pensa che in Italia NON si possa fare e non si sa fare dell’altro, o che con “dell’altro” NON si possa andare oltre Alpi!

Ruben- Killing me Softly – X Factor Portogallo
[youtube id=”2xyu5MXDuiY”]

E mentre altrove si fa apprezzare chi in Italia non riesce ad emergere, nella stessa Italia si vive invece o di “ricordi” e di luce riflessa delle vecchie glorie “cantautoriali”, oppure ci si affida totalmente al potere promozionale delle Televisioni, da Mamma Maria a Mamma Rai o similari,  attingendo da quei calderoni di progetti “discografici/produzioni televisive“, il più delle volte impacchettati a tavolino ancor prima che una sola nota venga registrata…in un’orda di giri raccapriccianti fatti di raccomandazioni, conoscenze o merce di scambio, poteri mediatici e giornalismo-critica  “sottomessa”, di figure “potenti” nell’ambiente, che trasformano in sfavillante FINTO oro tutto quello che in realtà è “accozzaglia arrugginita”…e il tutto condito con un ormai assuefante provincialismo che ci fa “SEMBRARE” sempre uno, due, tre, DIECI passi indietro rispetto ad altri paesi.
E badate bene, ho detto “sembrare“…non “essere“. I nostri artisti, cantautori, cantanti , autori, SOPRATTUTTO QUELLI EMERGENTI, soprattutto i giovani, quelli che viaggiano nel sottobosco artistico/culturale Italiano, quelli  a cui “LA CERCHIA DELLA CASTA DEL MONOPOLIO” non da spazio per emergere, quelli che hanno attinto nell’era della rete da stimoli musicali “GLOBALI”…si quelli che sembrano INVISIBILI, in realtà NON sono meno di altri artisti di altri paesi, ivi compresi quelli anglosassoni, ispanici o oltre oceano.

1540370_770629909670192_8930751690216988752_o

Dimostrazione pratica l’hanno data i due ragazzi su citati che, costretti ad una “emigrazione” perchè non apprezzati dalle alte sfere “discografiche-mediatiche” italiane, hanno poi  invece conquistato l’Europa … il primo, Faustini, che ha cantato e proposto del Soul da levare il fiato, “genere” che tanto Italiano per cultura non lo è, e il secondo, Ruben, talento con un timbro vocale graffiato “nero” tra i più belli mai sentiti (nella nuova generazione di artisti), con una personalità artistica spiccata e notevole…e anche lui, in un “genere” così poco vicino alla solita realtà melodica italiana.

Ed è bastato il SUCCESSO DI  DUE VERI TALENTI “scappati” dall’Italia -che NON hanno proposto la classica minestra riscaldata all’Italiana- a far crollare il castello di carte delle menzogne delle Major Italiane (le stesse che pur avendo alcuni, pochi, VERI giovani talenti nelle proprie scuderie, LI INGABBIANO, LI STEREOTIPANO E LI OMOLOGANO), dei network Italiani, delle televisioni italiane, dei giornali italiani (non solo del settore ma soprattutto gossip), di alcuni produttori e addetti ai lavori italiani,  di alcuni promoter tour ed eventi, manager NON musicali ma BOSS IMPRENDITORI-AGENTI  TELEVISIVI che spacciano “mediocri personaggi” per GRANDI artisti musicali  ecc ecc.

Ruben-WHEN A MAN LOVES A WOMAN- FACTOR X
[youtube id=”RUejMN0FKnc”]

La storia di Ruben, che da diversi anni sta cercando di farsi conoscere, è davvero paradossale, per certi versi, perchè a raccontarla non ci si crede.

Ruben Mendez, nato da genitori Portoghesi, che all’età di 5 anni si è trasferito a Roma con la madre Filomena e con il padre adottivo (un Italiano…Salernitano per l’esattezza), dotato di un INDUBBIO talento, ha fatto la sua gavetta, e poi, come tanti giovani della sua generazione, ha capito che in questa realtà, se voleva farsi conoscere, non poteva sottrarsi alla visibiltà che offrivano i “talent”.

Dopo vari tentativi (anche ad Italia’s Got Talent…dove in giuria c’era la De Filippi) si fa notare durante l’edizione   N°11  (quella poi vinta dal Pulli) del più ABERRANTE talent che ci sia in Italia, AMICI.
Quando si è stati sul punto di scegliere il cast dei serali, purtroppo Ruben non rientrava tra i nomi che già da principio, probabilmente,  chi di dovere (e potere) avevano deciso dovessero “entrare”.  Ma la sua esclusione, a cospetto della sua bravura e talento, era stridente se non proprio vergognosa, e allora per salvare la faccia promisero al ragazzo che, nell’edizione successiva, quella del 2012, lui sarebbe entrato ad AMICI senza fare i casting.

amici11-ruben-ottavio-3-marzo

La promessa fu mantenuta, ma l’ennesimo tranello era dietro l’angolo, perchè quell’anno cercavano di “piazzare” un rapper (o per meglio dire, UN PRESUNTO TALE…il topino con i baffetti Moreno), perchè era  il periodo in cui i “rapper” facevano (e fanno) “guadagnare” ai discografici.

Ai serali quell’anno Ruben ci arrivò, ma anche qui, la BRAVURA e TALENTO del ragazzo, a cospetto di colui che avevano presumibilmente ormai deciso di far vincere (Moreno), era IMBARAZZANTE, e allora per levarlo dalla “competizione”  si INVENTARONO (la Fascino con la Universal) un “particolare“contratto discografico per un EP, che prevedeva come clausola che il ragazzo lasciasse seduta stante il Talent, adducendo alla scusa che registrare un disco richiedeva tempo…e già, come se chi vince in quel talent NON ha già pronto un album appena fuori di lì, album a cui altri hanno preparato per loro durante la loro permanenza nella “pseudo” scuola.

Nel caso “anomalo” (l’ennesimo) di Ruben, quest’ultimo dovette scegliere se rimanere ad Amici o andare a registrare un disco con l’Universal… e lui scelse la seconda opzione, lasciando la vittoria spianata a Moreno (guarda caso anche lui poi uscito con contratto Universal e con un disco già pronto appena fuori da Amici) e salvando ancora una volta la faccia alla produzione di Amici, la Fascino.

amici 12-ruben-universal-lascia il programma-anteprima-600x337-871732

Ma il paradosso più assurdo si ebbe in seguito, perchè prima di produrre l’album di Ruben, uscito “prima” dal talent proprio per produrre subito un disco, l’Universal si concentrò invece PER PRIMA alla produzione e PROMOZIONE dell’album del vincitore designato, Moreno.
Solo dopo, molto tempo dopo, fu prodotto il disco di Ruben, e fu prodotto come semplice formalità di rispetto contrattuale, perchè prodotto l’EP, quest’ultimo non ebbe un minimo di PROMOZIONE, ne dall’Universal, ne dalla Fascino di AMICI.

E proprio oggi, nel mentre scrivo, il primo disco di Ruben festeggia il suo primo anno.

Ruben- Rossochiaro
[youtube id=”43bikpCi_f0&feature=youtu.be”]

E dopo l’esperienza con Amici e con L’Universal, con la storia arriviamo all’autunno 2014, quando il talentuoso Ruben si presenta ai casting di XFactor Portogallo, e OVVIAMENTE, vista la caratura artistica del ragazzo, viene preso a braccia aperte.

Entra a far parte del cast dei Live Serali del talent e va nel gruppo degli “adulti“, che guarda caso ha un coach d’eccezione, Paulo Junqueironiente di meno che il Presidente della Sony Portogallo, che da subito capisce il potenziale del ragazzo, da subito viene colpito dal timbro vocale INCREDIBILE, dalla sua presenza scenica…e con lui lavora affinché  vengano messe in evidenza tutte le sue caratteristiche, e tra i due nasce un rapporto empatico a livello artistico, un rapporto di stima e amicizia reciproca, ed è per questo che non si esclude il fatto che Ruben possa aver firmato proprio per la Sony Portogallo alla fine del talent portoghese.

RÚBEN – LOVE NEVER FELT SO GOOD
[youtube id=”r5xricDC2Uo”]

L’avventura di XFactor Portogallo è stato un crescendo di emozioni, puntata dopo puntata, esibizione dopo esibizione, e piano piano Ruben, con la sua tenacia, che gli ha regalato l’appellativo di “GLADIATORE”, ha conquistato il Portogallo, e per lui sono arrivati  valanghe di televoti da casa.

Memorabili alcune sue esibizioni, dalla bella “Come Together” dei Beatles, alla stupenda “Killing me Softly nella versione della Flak , a “Love Never Felt So Good” di Michael Jackson, alla classica “When a man loves a woman”, alla stupenda “When you belive”, alla meravigliosa cover di Terence Trent D’Arby “Dance little sister”,fino all’apice della canzone di  Mark Ronson e Bruno Mars,”Uptown funk”, canzone che sembrava scritta proprio per lui e la sua voce.

Ruben-Uptown funk
[youtube id=”Kh6_yBtXark”]

Le battute finali del talent Portoghese si sono svolte in concomitanza delle festività Natalizie, e questo clima festivo e particolare ha reso più “speciale” e toccante l’epilogo dell’esperienza di XFactor di Ruben.

Quello che farà ora dopo il talent non è dato saperlo per il momento, ma lui stesso ha dichiarato subito dopo X Factor:
Sono felicissimo. E’ stato un percorso difficile; due mesi di duro lavoro che hanno rappresentato, per me, una notevole crescita personale ed Artistica. I miei ex-concorrenti, in trasmissione, sono tutti molto bravi e, per me, è stato un grande successo arrivare secondo a questa importante competizione”.

Da parte mia non posso che augurargli tutto il meglio che merita…e spero che realizzi tutti i suoi sogni, e che abbia una carriera bella, luminosa, lunga  e piena di successi.

Per cui…di cuore voglio solo dirgli:”Bravo GLADIATORE…continua a lottare con tutta la grinta che hai nella voce e nel cuore!

Ruben- WHEN YOU BELIEVE
[youtube id=”VMW1YuzKeGw”]

Comments

LEAVE A REPLY