Home News Il Tribunale Civile di Roma si è espresso a favore della SIAE...

Il Tribunale Civile di Roma si è espresso a favore della SIAE e Federconsumatori contro Live Nation e altre agenzie

323
0
SHARE

di Mela Giannini

Primo colpo duro contro il “Secondary Ticketing”
Il Tribunale Civile di Roma, in merito al ricorso d’urgenza presentato il 13 ottobre da Siae e Federconsumatoriricorso depositato per denunciare la presenza del fenomeno “secondary ticketing” nella prevendita dei prossimi concerti dei Coldplay in Italia -, finalmente si è pronunciato, e la notizia rilevante è che la sentenza del Tribunale è a favore del ricorso d’urgenza.

Nello specifico il Tribunale di Roma vieta a Live Nation 2, Seatwave, Ticketbis e Viagogo, l’ulteriore vendita diretta o indiretta sul mercato del Secondary Ticketing dei biglietti per i due concerti dei Coldplay a luglio 2017 allo stadio San Siro di Milano, biglietti  acquistati sul mercato primario offline direttamente da Live Nation 2 o tramite i distributori ufficiali, TicketOne e Best Union, compresi quelli acquistati in precedenza sul mercato primario online da Viagogo, Seatwave e Ticketbis tramite software capaci di accaparrarsi un numero di biglietti che va oltre il limite massimo di biglietti consentiti vendere a una sola persona, un solo fruitore.
Il Tribunale Civile di Roma, nella sentenza fissa una penale di 2mila euro per ogni ulteriore biglietto venduto in violazione dell’ordine di vieto, e condanna le parti chiamate in causa ad addossarsi tutte le spese processuali sostenute da Siae e Federconsumatori per questo ricorso.

gaetano-blandini

Su questa sentenza si è espresso Gaetano Blandini, direttore generale di Siae, dicendo:

Siamo molto soddisfatti dell’esito positivo del ricorso. Si tratta di un passo importante nella lotta al secondary ticketing, sia per i consumatori, che per tutti gli autori e tutti i titolari del diritto d’Autore e per coloro che operano nel settore. Si tratta di un grande risultato che il Tribunale abbia accolto le motivazioni presentate, rilevando l’illiceità dell’attività di bagarinaggio online che rappresenta un pregiudizio economico sia per i consumatori che per gli autori . Come Siae continueremo la nostra battaglia contro il secondary ticketing impegnandoci in tutte le attività possibili volte a combattere un fenomeno che rappresenta un freno inaccettabile alla crescita economica oltreché alle opportunità di lavoro nel settore dello spettacolo e della cultura”.

Comments