Home News “Le fiabe di Aisha” che danno speranza

“Le fiabe di Aisha” che danno speranza

648
2
SHARE

di Enrico Nascimbeni
Da bambino nessuno mi ha mai letto una fiaba. Papa’ era sempre altrove. Mia mamma era piu’ dedita allo scappellotto che a raccontarmi una storia.
Cosi’ le fiabe me le raccontavo io. E temo che lo sto facendo ancora adesso. Ma da quando ho letto lo stupendo libro di fiabe di Sandra von Borries ora so che posso contare su una nuova amica segreta che sicuramente mi apparirà in sogno e anche quando sono sveglio. E’ la scimmietta Aisha. Il personaggio del libro “Le fiabe di Aisha” (Giunti Progetti Educativi – 9 euro). Quando una madre scrive un libro per sua figlia Paola, un libro per esorcizzare qualcosa di doloroso e trasformarlo in fiaba dove una scimmietta e’ sempre alle prese con il suo cuore…che si fa sentire…pure troppo…anche con uno starnuto…ma si fa sentire.

1
Dicevo, quando una madre fa questo che si può dire? Si chiama amore. Punto. E’ un libro dedicato a tutti i bambini del mondo. Soprattutto a quelli che hanno un cuore burlone. I disegni di Claudia Borgioli sono proprio belli. La prefazione e’ di Andrea Bocelli, che dimostra una tangibile e infinita sensibilità. Il libro contiene un cd dove alcune fiabe sono recitate magistralmente dall’attrice Paola Cortellesi. Insomma a questo libro non manca davvero nulla.

Non conosco di persona Sandra von Borries. L’ho conosciuta attraverso le sue fiabe. Che strano incontro. Lei. La scimmietta. Un cuore. Ed io. Non mi era mai capitata nella mia vita una situazione simile. Si certo. Sono stato nell’ Isola che non c’è con Peter Pan. Da una vita semino briciole di pane come Pollicino. E nonostante Cappuccetto Rosso, con i lupi ho un ottimo rapporto. Viviamo in un’epoca dove e’ difficile guardare e ascoltare. Parlare con la luna. E’ difficile immaginare. Sembra che i folletti se ne siano andati e le fate, come le lucciole, si sono spente. Ma ora è arrivata la scimmietta Aisha, a darci, a darmi SPERANZA.

Comments

2 COMMENTS

  1. bell’ articolo e bel pensiero dedicato a un libro che dovrebbe finire in tutte le scuole italiane. A Sandra forse è inutile che le rinnovi il mio plauso incondizionato, perché l’ho già fatto milioni di volte, ma queste favole meritano, veramente, il meglio possibile

  2. LucaViviani Grazie Luca. E mentre il libro sta finendo (e chissà se l’editore lo ristamperà), la mente e la penna volano verso le nuove avventure di Aisha e Bumbùm. Sperando che qualcuno abbia voglia di pubblicarle. Un abbraccio!

LEAVE A REPLY