Home Musica Lenny Kravitz ritorna con “Strut”, anticipato dalla sexy “The Chamber”.

Lenny Kravitz ritorna con “Strut”, anticipato dalla sexy “The Chamber”.

3433
0
SHARE

di Mela Giannini
Lenny Kravitz
il 23 Settembre  ritorna sulle scene musicali con un nuovo album, “Strut“, un album che sembra riportare l’artista agli arbori di quei  momenti musicali che portarono nell’olimpo dei grandi il buon caro Lenny, autore di grande valenza, musicista sopraffine, polistrumentista e soprattutto chitarrista di tutto rispetto.

Lenny-Kravitz-by-Steven_Pan_for_The_Block

Il tempo sembra essersi fermato per il rocker americano che nonostante i suoi 50 anni (compiuti lo scorso 26 maggio), sfodera grinta, voce, fascino, sensualità e carisma come pochi e basta vedere il suo ultimo video per rimanerne affascinati, video che accompagna il secondo estratto “The Chamber” (il primo è stato “Sex” a fine luglio) dall’album di prossima uscita.

Lenny Kravitz – The Chamber (Trailer #1)
[youtube id=”_j1XkQJMmqs&list=UUdIs5dRqgZ1IWOdLZimHL_w”]

Lenny Kravitz – The Chamber (Trailer #2)
[youtube id=”ZpUVhzTVQBs&list=UUdIs5dRqgZ1IWOdLZimHL_w”]

Ed è stato proprio questo video, anticipato da due azzeccatissimi trailer al cardiopalmo in puro stile “Hollywoodiano”, a catalizzare l’attenzione sul “RITORNO” di Kravitz, un video uscito integralmente il4 Settembre e che inizia con una citazione di Fredrich Nietzche che recita:
The true man wants two things, danger and play. For that reason he wants woman, as the most dangerous plaything.”(tradotto: “Il vero uomo vuole due cose, pericolo e il gioco. Per questa ragione egli  vuole la donna, come il giocattolo più pericoloso”).

10557181_10152629444178390_2261342301037055875_n

E su questo concetto, fatto di pericolo, sensualità e sessualità, gioco, fascino e carisma, ruota tutto il video, fatto benissimo, ammiccante e irresistibile al punto giusto, che non può non suscitare la curiosità e il desiderio di vederlo almeno una volta, un video promozionalmente e commercialmente azzeccatissimo, che accompagna una canzone trascinante e adeguata per lanciare il nuovo album di Lenny, il decimo in studio dell’artista, scritto e registrato velocemente di notte e in poco tempo (durante le riprese di “Hunger Games”), in cui come sempre se la suona e se la canta tutta da solo, nel senso che è l’ennesimo suo album tutto composto da lui, arrangiato da lui, suonato da lui ( a parte qualche intervento del suo chitarrista Craig Ross), prodotto da lui (insieme a Bob Clearmountain) , nel suo personale studio di registrazione e per la sua personale etichetta discografica, la  Roxie Records.

9c5fb00c70a9861fb099bac74d3e1af8

“Strut” esce a  3 anni dal predente “Black and White America” e in concomitanza della sua esperienza come attore sul set  “Hunger Games” (nel quale recita il personaggio di  Cinna, lo stilista bisex di Jennifer Lawrence). L’album è composto da 12 pezzi (tra cui una cover di Smokey Robinson, “Ooo baby baby”) e solo al primo confermano la bravura e l’ispirazione  senza fondo e limiti di un artista che sembra non aver mai perso il “fuoco sacro” verso la più grande di tutte le passioni della sua vita, la MUSICA, pur essendo nel pieno  del suo terzo decennio di attività.

L’album, già a primo ascolto, ti cattura ed è pura energia, essenziale e diretto. La versione c fatto di “Ooo baby baby” di Smokey Robinson è qualcosa di eccezionale.
Non sapremmo dire quale brano sia piaciuto di più, perchè non ne scarteremmo nemmeno uno. Sembra ritornato il Lenny Kravitz dei tempi di “Let love rule”, un ritorno al passato ma allo steso tempo proiettato nel futuro, una mescolanza di passione primordiale ed esperienza acquisita nel tempo, con la voglia sempre di sperimentare e cercare di andare oltre i propri limiti.
A parte le composizioni che catturano e i testi che si sposano alla perfezione con le linee melodiche, il polistrumentista Kravitz non finisce mai di stupire, perchè in questo disco suona come non mai, a livelli che vanno oltre le più rosee aspettative.

Per cui,  il tempo passa, ma Lenny pare rimane sempre lo stesso anche se  paradossalmente mai uguale, rinnovato di volta in volta, ma mai diverso da quello che è sempre stato e ha sempre “dato” alla musica,  senza parlare poi del  look che, a parte i capelli a rasta con cui si fece conoscere agli inizi, l’aspetto fisico dell’artista newyorchese  sembra essere rimasto pressochè invariato, addominali compresi.

Lenny+Kravitz

Intanto ricordiamo che quest’artista sarà in concerto in Italia, per una sola data del suo Tour Europeo, il 10 Novembre a Milano al Mediolanum Forum e tra poco saranno aperte le prevendite.

10403560_10152499536658390_2533319298413189318_n

Tracklist di “Strut” (più Bonus Track)

1 Sex
2 The Chamber
3 Dirty White Boots
4 New York City
5 The Pleasure and the Pain
6 Strut
7 Explicit
8 She’s a Beast
9 I’m a Believer
10 Happy Birthday
11 I Never Want to Let You Down
12 Ooo Baby Baby

13 Sweet Gitchey Rose (Bonus Track)
14 Can’t Stop Thinkin’ ‘Bout You (Bonus Track)
Download su iTunes (si può effettuare subito il download delle due tracce, “The Chamber” e “Sex”) qui:  http://smarturl.it/strutitunes

Lenny Kravitz – Sex (OFFICIAL AUDIO)
[youtube id=”PQ8r6hrEmqI&list=UUdIs5dRqgZ1IWOdLZimHL_w&index=3″]

Lenny Kravitz – Strut (Official Audio)
[youtube id=”fdIDiiGgXco&list=UUXO6oKBnoan5geauxYgcm3g”]

Lenny Kravitz – The Chamber (Explicit)
[youtube id=”jAHlQ77lm10&app=desktop”]

Comments

LEAVE A REPLY