Home News Mandrax e Isidora

Mandrax e Isidora

600
1
SHARE

di Enrico Nascimbeni
Era il 1978. Stavo incidendo, nello studio Polygram di viale Regina Giovanna a Milano, il mio primo album, Maracaibo.


Anche Eugenio Finardi stava incidendo (l’abum “Roccando rollando“) nella sala vicino a me. Io ed Eugenio non ci separavamo mai allora dai nostri cagnolini. Il suo si chiamava Mandrax. La mia si chiamava Isidora. Due bastardini di razza che scorazzavano sereni tra la nostra musica e i corridoi. Per due settimane tutto filo’ liscio. Ma un giorno Isidora e Mandrax decisero di fare una gara a chi scagazzava di piu’ sulla moquette. E lo fecero con immenso professionismo. Insozzarono una ventina di metri.

Quando Finardi se ne accorse, corse dietro al suo amico a quattro zampe parecchio incavolato. Io pure. Ma ne’ io ne’ Eugenio menavamo i cani. Ci guardammo in faccia e scoppiammo a ridere. Perche’ e’ ovvio che la battuta fu “Belle cagate di dischi che stiamo facendo…”.  Venimmo puniti noi. Non scherzo. Per un giorno intero dovemmo (giustamente) pulire il corridoio.

Ora a mia moglie Patrizia, che si chiama come l’ex moglie di Eugenio, dedico spesso il video della canzone di Finardi “Patrizia”. Per amore e perche’ la trovo una canzone bellissima. E nel video si vede anche Mandrax che salta e gioca. Di Isidora nessun video. Ma tante foto. E tanta nostalgia. Di tutto.
.

P.S. Dedico questo articolo a mia moglie Pat, detta Molletta, che mi sopporta. E non e’ facile.Credetemi sulla parola.
.
Eugenio Finardi – Patrizia
[youtube id=”1S82fkH4jC4&feature=youtu.be”]

Comments

1 COMMENT

LEAVE A REPLY