Home Musica MARIO CIANCHI DEBUTTA COME CANTAUTORE CON L’EP “COM’ERA IN ORIGINE”

MARIO CIANCHI DEBUTTA COME CANTAUTORE CON L’EP “COM’ERA IN ORIGINE”

218
3
SHARE

Forse ai molti il nome “Mario Cianchi” non dice molto…ma se si comincia a scrivere dei titoli di alcune canzoni uscite negli ultimi 3 anni , tipo “Mio”, “Aria Colorata”, “Libero”, “Parto da qui”, “Indelebile”, “Il sole cade”, “Per dirtelo” ecc ecc, allora Cianchi comincia a trovare posto nella “memoria” dei fruitori di musica degli ultimi anni. Foto blogger 2

Ebbene si, Mario Chianchi è uno dei più talentuosi giovani autori italiani, che insieme ad alcuni suoi colleghi, tipo Casalino, sta dando corpo e spessore alla giovane musica italiana e sta cercando, in qualche modo (a volte riuscendoci e a volte no…ma NON per colpa sua), di “defineire” i contorni artistici di alcuni giovani artisti, appena usciti nel Panorama Musicale Italiano, gente come  Valerio Scanu, Francesca Michielin, Irene Fornaciari , Jessica Brando, Carlo Alberto Di Miccio, Nicole Tuzii, Daniele…ecc ecc

foto sito 1

Mario ha collaborato artisticamente, nella fase creativa della realizzazione e creazione di canzoni, con gente come Elisa, Luca Mattioni, Sheeran e Gavin De Graw…o gli stessi giovani artisti a cui erano destinate le canzoni, tipo Francesca Michelin o Valerio Scanu, collaborando con loro nella scrittura di canzoni scritte da loro stessi.
Mario, anche se giovane (classe 1984), ha alle spalle un background musicale e  una esperienza di tutto rispetto, vista anche la tanta gavetta fatta prima  di essere “scoperto” tramite un concorso, evento dal titolo “RADAR”, da responsabili della Emi Music Publishing, che nel 2011 lo mettono sotto contratto editoriale e da quel momento Mario comincia a lavorare a stretto contatto con uno degli autori e produttori tra i più stimati nell’ambiente, Luca Mattioni.

Questa primavera Mario decide di mettersi in gioco personalmente, facendo uscire il suo primo singolo da “cantautore”, dal titolo “Sarà abbastanza”.

MARIO CIANCHI – Sarà Abbastanza [OFFICIAL VIDEO]
[youtube id=”mBLfUh8F9MU”]

Ma il nostro  non si ferma lì e decide di dar vita ad un un intero progetto discografico, tutto suo e cantato da lui. E così si lega ad una Etichetta discografica Indipendente, la dcaverecords” ,con sede a Catania, si chiude per mesi in studio di registrazione, “The Cave Studio” (https://www.facebook.com/pages/The-Cave-Studio/107132756043046) a Catania, ed insieme al produttore Daniele Grasso (uno dei più grandi produttori indipendenti italiani, che hanno collaborato con gente come Diego Mancino, Cesare Basile, José Carreras, John Parish, Greg Dulli e soprattutto gli Afterhours) da vita ad un EP dal titolo “Com’era in origine” in uscita il 18 novembre.

994611_10202088299159965_710583210_n

Il 25 Ottobre è uscito il singolo “apripista” del disco, che porta il titolo di “E’ stato tutto inutile”, canzone assolutamente “FORTE”…canzone d’impatto…canzone decisamente Rock, ma di un Rock “ricercato”, di quello non banale, che spiazza un pò tutti…tutti quelli che conoscevano i precedenti  lavori come “autore” di Mario.

Mario Cianchi – È STATO TUTTO INUTILE Lyric video
[youtube id=”PBgjyCjN7L8″]

Chi sta scrivendo ha già espresso personalmente a Mario la propria opinione su questo brano, scrivendogli quanto segue:
Non è un brano semplice, senza dubbio…non è un brano “easy”…ci si accorge subito che in questo brano c’è la volontà e la caparbietà di voler far venire alla luce qualcosa che abbia spessore in ogni anfratto che avvolge la realizzazione del singolo, che questo sia la composizione, l’arrangiamento, il mixaggio, le campionature usate, la ricerca di sonorità non banali, l’impostazione della voce…insomma, si capisce che per niente al mondo avresti “svenduto” questa tua “creatura” al “banale e al già sentito”. Bisogna ascoltarlo e riascoltarlo un paio di volte e poi ti entra e non se ne va via…nemmeno il giorno dopo. La sezione ritmica (e non solo quella) non ti lascia alcuna possibilità di sottrarti alla grinta con cui, incalzante, segna il ritmo, con una forza che ben si sposa con il graffiato che hai “imposto” alla tua voce…interpretando le “intenzioni” del testo, parola dopo parola, frase dopo frase…facendo ben capire lo stato d’animo di quanto messo in rima…”


Foto blogger 4

C’è da dire che Mario ha seguito, realizzato e curato ogni dettaglio in studio di questo progetto artistico, aiutato solo dal grande batterista Peppe Scalia e il produttore già su menzionato, Daniele Grasso.

Tracklist dell’EP   “COM’ERA IN ORIGINE”:
E’ stato tutto inutile (apripista uscito il 25 Ottobre)
-Allucinazioni (il singolo ufficiale)
Com’era in origine il pezzo che dà il titolo all’EP

3

Ed ora parliamo dell’estratto “ALLUCINAZIONI” e del Video Ufficiale che lo accompagna.
La canzone di per sè è già un gran “botto”…ma la canzone associata alle immagini di un video davvero originale, anche se essenziale, da al tutto il senso di “un’opera” d’arte Rock completa, perchè la canzone, la melodia, il testo  si intersecano perfettamente con le immagini,tutto sembra  in simbiosi e in perfetta “armonia”.

Le immagine saltano subito agli occhi…niente da dire, sono forti e di impatto, molto significative, in cui è difficile non cogliere gli spunti che intelligentemente in questo video vengono messi in evidenza, insieme ad un testo in cui le parole non sono solo parte di una conseguenziale intersecazione di rime…ma sono parole che “dicono cose”, che hanno ognuna vita propria e certamente non sono lì ne per “caso” e ne per licenza poetica.

E in questa canzone, si è davvero sempre più vicini a “Com’era in origine”, sempre di più si capisce il perchè del titolo dell’EP, riflesso stesso delle intenzioni dell’autore di tornare a quello che era quando ha cominciato, senza fronzoli,senza orpelli… così come nel video, esplicativo, diretto e “ESSENZIALE”, un viaggio a ritroso che ti porta comunque avanti, in un percorso dove tutto sembra “…UN ETERNO GIROTONDO AD INSEGUIRE IL SUCCESSO [perchè ]  PER AVERE UN FUTURO  DEVI MORIRE ADESSO …SENZA SAPERE IL PERCHè…”(Cit.M.Cianchi), tra allucinazioni colorate e sensazioni che sanno di buono, mentre tu racconti la “storia” delle storie, quella comune a tutti e che non in molti sono disposti ad ascoltare, comodi come sono circondati dalle loro ipocrisie”.

4
E mentre chi canta  dice impietosamente grandi verità… le chitarre sono pennelli che da un viso “allucinato” arrivano dritte alle orecchie anche di chi vorrebbe fosse solo silenzio, così intenti a far sempre finta di non ascoltare… e poi, a dare il colpo di grazia, c’è sempre la stessa batteria, sempre quel pulsare insistente, deciso, inarrestabile e davvero “allucinante”, sorella della sezione ritmica della canzone precedente (E’ stato tutto inutile)… anzi qui anche più “cazzuta”, tanto da segnare solchi profondi lungo tutto il percorso della canzone , solchi in cui la  voce di Mario si insinua e si inruvidisce ancor di più, tanto che, all’apice del “processo allucinogeno”, diventa parte integrante di quel pulsare che spacca forte il petto…ormai anch’esso “allucinato del tutto”, quando, a quel punto, la “storia” che viene cantata  dice senza mezzi termini che nulla è quel che sembra…che è tutto frutto delle nostre infrastrutture mentali (le famose “pippe” mentali) che proiettiamo di continuo, forse anche per trovare un modo per sopravvivere, quando non siamo disposti, o semplicemente non siamo abbastanza forti, per guardare in faccia la realtà, una realtà fatta purtroppo anche e soprattutto di inesorabili disillusioni…perchè effettivamente nulla è quel che sembra…e per quanto cerchiamo di dare un colore diverso ad ogni apparente certezza, alla fine, quando tutti i colori si incontrano e si uniscono, tutto diventa un unica cosa, tutto diventa l’essenza del “bianco” ( e si sa, il bianco è formato dall’insieme di tutti i colori..), quel bianco che non ha sfumature e che non concede spazio a visioni diverse da quello che è, l’essenza, l’origine, la base su cui dar colore ad ogni “allucinazione”…punto di inizio, mentre si viene avanti camminando a ritroso…e così fino a quando il cerchio si chiude , l’illusione svanisce e con essa ogni forma di allucinazione…e tutto torna ancora e ancora allo stesso “bianco”…tutto torna a “COM’ ERA IN ORIGINE”…già la canzone “COM’ ERA IN ORIGINE” che chiude il cerchio, riportando musicalmente e concettualmente tutto a com’era in origine, quando quello che contava era solo la “PASSIONE”…quella passione unica e vera che anche se raccontata attraverso una storia d’amore, quello che viene fuori è  la libertà di un artista di tornare alle radici di una musica suonata con passione e senza limiti alcuni, senza orpelli e senza una “falsa” eleganza, che a volte è un sottrarre, per chi sa di dire grandi cose con la “ruvidezza” di una chitarra che ruggisce e una sezione ritmica che “spacca” senza riserve!!!

Articolo di Mela Giannini

MARIO CIANCHI – Allucinazioni [OFFICIAL VIDEO]
[youtube id=”GBmNU5YA98c”]

 

L’EP “COM’ERA IN ORIGINE” E’ ANCHE SU SPOTIFY: https://play.spotify.com/user/1167688959/playlist/3KCwNcYKAeK7yQeP8DYHNs

L’EP “COM’ERA IN ORIGINE” E’ SCARICABILE SU iTunes: https://itunes.apple.com/it/album/comera-in-origine-single/id736131066

 

 

 

Tutti i riferimenti Ufficiali in Web di Mario Cianchi, sono i seguenti:
Sito Ufficiale www.mariocianchi.it
Pagina Ufficiale: www.facebook.com/pages/Mario-Cianchi/515373411835433
Profilo Twitter Ufficiale:  https://twitter.com/MarioCianchi

Comments

3 COMMENTS

  1. […] CIANCHI DEBUTTA COME CANTAUTORE CON L’EP “COM’ERA IN ORIGINE”, la potete trovare qui: http://www.thetimeinmusic.com/mario-cianchi-debutta-come-cantautore-con-lep-comera-in-origine/ […]

  2. LE PIU’ IMPORTANTI USCITE DISCOGRAFICHE DEL 2014, TRA ARTISTI ITALIANI E STRANIERI!!! | The time in music

    […] Abbiamo parlato del nuovo lavoro di Mario Cianchi in un nostro articolo del 17 Novembre, dal titolo : MARIO CIANCHI DEBUTTA COME CANTAUTORE CON L’EP “COM’ERA IN ORIGINE” Link: http://www.thetimeinmusic.com/mario-cianchi-debutta-come-cantautore-con-lep-comera-in-origine/ […]

LEAVE A REPLY