Home Musica Morta una leggenda del Jazz-Funk, il grande pianista Joe Sample ci ha...

Morta una leggenda del Jazz-Funk, il grande pianista Joe Sample ci ha lasciati!

258
0
SHARE

di Mela Giannini

E’ morto una LEGGENDA, Joe Sample (all’anagrafe Joseph Leslie Sample) ci ha lasciati a 75 anni (nacque il 1 febbraio 1939), il 12 settembre nella sua città natale di Houston, in Texas.
z10events0503music

E’ stato uno dei più grandi pianisti Jazz-funky per più di 40 anni.
E’ stato cofondatore dei Jazz Crusaders (poi chiamati solo Crusaders) e dopo lo scioglimento della band continuò la carriera come solista.
Lui era un artista istrionico e i “generi” gli calzavano stretti, perché sapeva trascendere o fondere  tanti stili , dal Jazz all’hard bop al funk e il R&B.

Nella sua carriera ha collaborato con tantissimi artisti quali Randy Crawford , Beach Boys, Kenny Burrell, Eric Clapton, Marvin Gaye, Milt Jackson, Steely Dan, Joni Mitchell, Miles Davis, le Supremes, Rod Stewart, Albert King , Willie Nelson, James Brown, queen Latifah, Freddie Hubbard, Joe Cocker, al Jarreau, Aaron Neville, Donald Byrd, il Mamas and Papas, George Benson, BB King, Buddy Rich, Ella Fitzgerald e altri.

crawford-sample-02-592x394

Sample iniziò a suonare il pianoforte all’età di 5 annia e crebbe ascoltando gente come  Clifton Chenier ed e Louis Armstrong.
Giovanissimo, durante la frequenza all’ High School negli anni ’50, Sample conobbe il sassofonista Wilton Felder ed e il batterista Nesbert “Stix” Hooper, e insieme formarono il gruppo jazz “Swingsters”.

Invece, durante la frequentazione universitaria Sample incontrò il trombonista Wayne Henderson, che si aggiunse  al gruppo,  insieme ad altri due nuovi musicisti,  e il gruppo divenne prima il “Modern Jazz Sextet” e poi i “Jazz Crusaders”.

thecrusaders

Sample  lasciò l’università per seguire la musica, perché il gruppo si trasferì a Los Angeles e lì la sua carriera decollò rapidamente.

Debuttò  con la Jazz Crusaders  nel mondo discografico nel 1961, per la “Pacific Jazz Records”, con l’album  dal titolo che era tutto un programma,“Freedom Sound “.
La Band rimase con la stessa etichetta  per tutta la decade degli anni ’60 pubblicando molti album in studio e registrazioni dal vivo.

Negli anni ‘70 il sound del gruppo si era allontanò molto dal jazz tradizionale acustico, e si sposto verso il funk elettrico, e dopo essere passati alla Blue Thumb Records, accorciarono il loro nome in “Crusaders” con cui pubblicarono una serie di album di successo.

6a00e008dca1f0883401b8d06a1b41970c-500wi

Henderson lasciò il gruppo nel 1975, ma la popolarità dei Crusaders continuò, e l’album del 1979 “Street Life” raggiunse il numero 18 delle classifiche di Billboard, mentre il singolo della title track, con la Crawford, raggiunse il numero 40.

[youtube id=”cnNyxy7XPfs”]

Hooper abbandonò il gruppo nel 1983 mentre Felder e Sample lo portarono avanti fino al 1991, quando Sample lo abbandonò per proseguire la sua carriera solista.
Poi nel 2003 tutti, tranne Henderson, si riunirono brevemente, mentre nel 2010, Sample, Felder e Henderson si riunirono con l’aggiunta del flautista Hubert Laws (ricordiamo che  Henderson è morto lo scorso aprile).

jazz-crusaders-2010

La carriera discografica solista di Sample è iniziata nel 1969 con l’album Fancy Dance, ma poi si interruppe fino agli anni ’70 e primi anni ’80, con album quali Rainbow Seeker, Carmel, Voice in the Rain and The Hunter, ognuno dei quali entrò nella classifica di Billboard. Ha anche inciso album per la MCA, Verve e Warner Bros. Live, una pubblicazione del 2012 con la Crawford per la PRA Records, fu il suo ultimo album; esso presentava anche Steve Gadd alla batteria ed il figlio Nicklas Sample al basso. Sample pubblicò più di 20 album da leader, la maggior parte classificati smooth o contemporary jazz.

10623339_10152257437631751_6677089687403791370_o

Oltre a suonare dal vivo con i propri gruppi, Sample è stato un apprezzato sideman nei tour di Eric Clapton, Marvin Gaye, Andrae Crouch, Tina Turner, BB King, Anita Baker, Joe Cocker e Randy Crawford.

L’ultima volta che abbiamo avuto l’onore di sentirlo e vederlo in Italia è stato nel 2012 al Lucca Winter Festival .

Noi lo voglio ricordare così…come nel  concerto  che segue, insieme a Randy Crawford. RIP …grande Maestro!
[youtube id=”pMpQs47ieSU”]

 

N.B. La fonte di alcune informazioni  sono state liberamente tradotte da un comunicato di JazzTimes

 

Comments

LEAVE A REPLY