Home News Morto il trombettista Ben Cauley, unico sopravvissuto dell’incidente aereo in cui morì...

Morto il trombettista Ben Cauley, unico sopravvissuto dell’incidente aereo in cui morì Otis Redding

Morto Ben Cauley, l'unico sopravvissuto dell'incidente aereo del 1967 in cui morì Otis Redding e la sua Band di supporto, i Bar-Kays. Cauley aveva 67 anni.

1378
0
SHARE

Lunedì notte è morto il grande trombettista Ben Cauley. Aveva 67 anni.
La notizia è stata data dalla figlia Shuronda Cauley – Oliver, che ha specificato che il padre è morto al South Methodist Hospital, a Menphis, dove era ricoverato per problemi di salute non meglio specificati.

Ben Cauley, oltre ad essere stato un grande trombettista, nel mondo musicale internazionale era anche noto per essere stato l’unico sopravvissuto nell’incidente aereo che costò la vita a Otis Redding e la sua band di supporto, i Bar-Kays, il mitico gruppo della Stax Records di Menphis, di cui Ben ne fu il fondatore.

73 x 7.878
L’indimenticabile vicenda dell’incidente aereo, avvenuto nel Lago Monona a Madison nel Wisconsin, in cui morì Redding, risale al dicembre del 1967. Ben Cauley, fino a qualche istante prima dell’impatto – come da lui stesso raccontato – stava dormendo, e quando si svegliò vide Phalon Jones, un altro membro della band seduto accanto a lui, guardare fuori dal finestrino e poi gridare. Ben fece in tempo a slacciarsi la cintura di sicurezza, cosa che lo salvò, visto che quando rinvenne, perchè svenuto nelle acque gelide del lago, era aggrappato al cuscino di un sedile per mantenersi a galla.

Con la sua morte, scompare anche un grandissimo musicista, un pilastro della Stax Records di Menphis, uno degli ultimi “maestri” rimasti della “vecchia guardia” dei grandi di Menphis.

R.I.P. Ben…

[youtube id=”cmqBJYSPLMk”]

Comments

LEAVE A REPLY