Home News NO AL RAZZISMO: Anja Reschke, giornalista televisiva tedesca, invita a ribellarsi al...

NO AL RAZZISMO: Anja Reschke, giornalista televisiva tedesca, invita a ribellarsi al razzismo

Il video di Anja Reschke, vero manifesto contro il razzismo ed estratto dalla striscia televisiva della giornalista su TV ARD, è già virale.

996
0
SHARE

di Mela Giannini

L’invito è forte e diretto :”Ribellatevi al Razzismo“. Una cosa mai successa prima, con questi termini e in questo modo chiaro e senza mezzi termini, in nessun telegiornale e in nessuna TV.

Lei si chiama Anja Reschke, una giornalista/presentatrice televisiva tedesca, che ha usato la sua striscia di due minuti sulla TV ARD per lanciare l’allarme sulla crescente ondata di odio contro i rifugiati, che si autoalimenta in rete e sui social network.

La Reschke, con spalle dritte, sguardo fisso e tanta sicurezza nelle parole, ha dato molta autorevolezza al suo discorso, che è diventato un vero e proprio MANIFESTO contro il razzismo. Lei in video è stata davvero GRANDE, da plaudire per la sua dignitosa, coraggiosa e civile presa di posizione che, soprattutto per il buon senso dimostrato nelle vesti della sua professione di giornalista, dovrebbe essere presa ad esempio.

In questi periodi difficili per l’intera specie umana a causa delle grandi problematiche sociali che stanno affliggendo il nostro pianeta – problemi nati soprattutto da decenni e decenni  di politiche sbagliate e scellerate – altri giornalisti, altre televisioni e telegiornali (comprese alcune testate giornalistiche nazionali che ormai hanno preso derive raccapriccianti), dovrebbero prendere posizioni nette contro il razzismo, dovrebbero denunciare e non alimentare l’odio razziale dando spazio, quotidianamente, a gente ambigua, che fa uso di propaganda politica razziale e populistica in modo palese e inqualificabile.

Ogni giornalista televisivo (e non), che abbia un minimo di buon senso, dovrebbe fare quello che ha fatto la Reschke, ossia invitare PUBBLICAMENTE tutte le persone per bene a RIBELLARSI contro il pericoloso dilagare del razzismo, che dal virtuale della rete si sta riversando nella realtà con atti di violenza sempre più preoccupanti.

Questo in sunto quello che la giornalista tedesca ha detto:
“Fino a poco tempo fa i razzisti commentavano usando pseudonimi. Ora non si vergognano più, anzi frasi come ‘Sporchi parassiti dovete annegare in fondo al mare’ ottengono valanghe di like […] le campagne di odio su internet hanno innescato dinamiche che hanno portato un incremento delle violenze di estrema destra […] Opponetevi, parlate, svergognateli in pubblico […] E’ ora di ribellarsi: quelli che fomentano l’odio su internet devono sapere che non sono tollerati”

Voglio concludere con quello che un uomo che stimo – un grande giornalista che considero mio mentore – mi ha detto a commento del video :
Il razzismo non è ‘causato da…’. O c’è o non c’è. Il resto son solo problemi da affrontare lucidamente. È come una forma di ebola. O lo isoli e lo combatti o si autoalimenta e ti stermina“. (Cit. Giò Alajmo​).

Penso non ci sia da aggiungere altro!

Fonte Video RepTV

 

Comments

LEAVE A REPLY