Home Musica Pink Floyd : è “The Endless River” l’album del XXI secolo del...

Pink Floyd : è “The Endless River” l’album del XXI secolo del gruppo e uscirà a Novembre.

384
0
SHARE

di Mela Giannini
Si parlava da tempo del nuovo quindicesimo album dei Pink Floyd . Ora ne si conosce il titolo “The Endless River”, la data di uscita, il 10 Novembre e la copertina, che ritrae un uomo in una barca, che rema solitario su un fiume di nuvole verso la luce dell’orizzonte (copertina creata dall’agenzia inglese Stylorouge su un soggetto/idea dell’artista Ahmed Emad Eldin, un grafico digitale egiziano di soli 18 anni).

x

La copertina in se non ha esaltato i tanti fans dello storico gruppo, perchè non all’altezza di copertine mitiche che furono negli anni “d’oro” del gruppo.

Ricordiamo che i Pink Floyd sono rimasti in tre perchè Richard Wright è morto nel 2008.
I Pink Floyd , nella loro lunga carriera, hanno scritto parte della musica del XX secolo, hanno creato tendenze artistiche/musicali tali da ispirare la nascita di altri grandi gruppi, uno tra tutti i Genesis.

pfloyd-abbey-road

E’ difficile spiegare stilisticamente chi furono i Pink Floyd dei tempi d’oro, perchè loro sono passati nel tempo dalla psichedelia, al rock sperimentale caratterizzato dall’uso di suoni distorti di chitarra elettrica e di sintetizzatori, per poi evolvendo il tutto quando a queste sonorità vennero aggiunti dei veri e propri esperimenti sonori, fino ad allora mai sentiti, diventando così una band con uno stile rock progressivo, stile a cui vennero aggiunti le visioni filosofiche nei testi e le grafiche all’avanguardia e innovative che il gruppo usò sia per le loro copertine che per le scenografie dei loro “spettacolari” concerti.

090-PinkFloyd-DivisionBell-94-0006w

Si può tranquillamente dire che loro sono stati uno dei più importanti gruppi musicali della storia e i “numeri” lo confermano, perchè si stima abbiano venduto quasi 290 milioni di dischi nel corso della loro carriera.

Questo nuovo album, che Gilmour definisce l’album del XXI secolo dei Pink Floyd, nasce dall’ultima rara occasione che i tre Floyd hanno lavorato tutti insieme (1993-94, nelle session di “Division Bell”).

pink-floyd-division-bell-recording-sessionsimages (1)

In merito a questo e al nuovo lavoro David Gilmour ha detto testualmente:
Nasce dalle sessioni musicali per ‘Division Bell’ nel 1993. Abbiamo ascoltato oltre 20 ore di musica suonata da noi 3 e abbiamo selezionato ciò su cui volevamo lavorare per questo disco, un nuovo album dei Pink Floyd da XXI secolo […] Nel corso dell’ultimo anno abbiamo aggiunto delle parti nuove, ri-registrato delle altre e reso attuale la vecchia tecnologia di studio di allora, in modo da avere un nuovo album […] Rick se ne è andato e con lui anche la possibilità per sempre di rifare quei brani, quindi ci è sembrato giusto rendere disponibili, come parte del nostro catalogo, queste versioni rivisitate e rilavorate“.
richard_wright320

Anche Nick Mason ha detto la sua sul nuovo album:
‘The Endless River’ è un tributo a Rick (come già detto morto nel 2008), un modo per riconoscergli che ciò che faceva e come suonava era proprio il cuore del suono dei Pink Floyd. Riascoltando quelle vecchie registrazioni mi ha riportato alla mente quanto fosse speciale il suo modo di suonare. ‘The Endless River’ è essenzialmente un album strumentale diviso in quattro parti con una canzone, ‘Louder Than Words’, il cui nuovo testo è stato scritto da Polly Samson“.

Pink+Floyd+Announce+New+Album+Endless+River+SjHByO64Zgll61055-1

Per lanciare il nuovo album, la macchina promozionale che si sta mettendo in moto è davvero “spettacolare”.
Basti pensare che la copertina di “The Endless River”, a Londra, a South Bank, verrà posta su di una installazione cubica illuminata alta 8 metri , e invece a Milano, al centro della città (all’angolo tra via Turati e via Moscova), un poster di 500 metri quadri avvolgerà uno storico palazzo degli anni ’20.

large

Le mitiche e leggendarie copertine dei mitici album dei Pink Floyd furono create a suo tempo dal grande Storm Thorgerson dello studio Hipgnosis.
Storm purtroppo è morto l’anno scorso e il gruppo a quel punto ha affidato la direzione artistica grafica a Aubrey Po’ Powell, partner di Storm al Hipgnosis.

10394086_10152368526472308_3548785400746223664_n

E’ stato Po’ Powell a scoprire il giovane talento 18enne Ahmed Emad Eldin e in merito alla nuova copertina Po’ ha detto:
Quando abbiamo visto l’immagine di Ahmed ci sono venuti subito in mente i Pink Floyd, aveva una sorta di risonanza floydiana. E’ enigmatica e aperta a varie interpretazioni, perfetta per un album intitolato ‘The Endless River’“.

copertina x

 

LA TRACKLIST DI “THE ENDLESS RIVER”
Download Standard Version  —> QUI

SIDE 1
Things Left Unsaid
It’s What We Do
Ebb And Flow

SIDE 2
Sum
Skins
Unsung
Anisina

SIDE 3
The Lost Art of Conversation
On Noodle Street
Night Light
Allons-y (1)
Autumn’68
Allons-y (2)
Talkin’ Hawkin’ ( in questa canzone c’è un vocalist di eccezione, lo scienziato Stephen Hawking)

SIDE 4
Calling
Eyes To Pearls
Surfacing
Louder Than Words

Per ascoltare The Endless River in Streaming su Spotify QUI

Ricordiamo che l’album è totalmente strumentale, tranne che per  la canzone “Louder than words” che  ha un testo scritto da Polly Samson , ed è prodotto da David Gilmour, Phil Manzanera, Youth, Andy Jackson

N.B. Una nota curiosa dell’album è che quando si leggono i nomi degli autori delle canzoni si nota che il nome di  Richard Wright compare come co-autore in ben 12 tracce dell’album…anche se  Richard purtroppo sia morto nel 2008.
Ovviamente, su quelle canzoni ci aveva messo mano anche lui prima che morisse e anche se non ha potuto terminare il lavoro, i suoi amici, colleghi, hanno assolutamente voluto che ci fosse anche il suo nome tra i crediti.

La Deluxe box contiene :DELUXE CD + DVD OR BLU-RAY PACKAGE – Download—> QUI

deluxe box

AGGIORNAMENTO ALL’8 OTTOBRE 2014:
Si sospettava già che c’era qualche sorpresa, leggendo il titolo della traccia “Talkin’ Hawkin’” nella tracklist del nuovo album ‪#‎TheEndlessRiver‬ dei Pink Floyd in uscita il 10 Novembre.

Ed in effetti la sorpresa c’è ed è stata svelata questa notte…in rete!

In quella traccia c’è un “vocalist” d’eccezione, il grandissimo scienziato/cosmologo‪#‎StephenHawking‬.
Lo scienziato aveva già “prestato” ai Pink Floyd la sua “voce metallica” nell’album “The Division Bell”, nella canzone “Keep Talking”…ed era l’anno 1994.

Per chi non lo sapesse,Stephen Hawking è uno dei più grandi scienziati al mondo noto per i suoi studi sui buchi neri .
Purtroppo lo scienziato è affetto da anni da una grave atrofia muscolare progressiva che lo ha condannato all’immobilita’ ed al silenzio.
La sua mente, lucidissima, brillante e “geniale” è ingabbiata in un corpo assolutamente immobile e lo scienziato da anni ormai comunica solo con un sintetizzatore vocale che aziona con lo sguardo.

Video Trailer (30 secondi del video)-Pink Floyd – #TheEndlessRiver
[youtube id=”UHtlwQNVQeo&feature=youtu.be”]

Comments

LEAVE A REPLY