Home Recensioni Album Recensione del NEW album di Paul McCartney, intitolato appunto “NEW”! (di Mela...

Recensione del NEW album di Paul McCartney, intitolato appunto “NEW”! (di Mela Giannini)

234
2
SHARE

(Articolo di Mela Giannini) Sono qui a dover scrivere la “recensione” dell’ultimo lavoro del grande “Macca”, un progetto musicale  uscito il 14 Ottobre, intitolato semplicemente e “significativamente” “NEW”…e sinceramente non mi sento ne all’altezza e ne penso di avere un background culturale-musicale tale da permettermi anche solo pensare  di poter “recensire” canzoni di un Artista di questo calibro.

1275488_10152018037133313_1610918002_o
Mi limiterò quindi,di seguito,  solo ad esprimere le mie “emozioni” all’ascolto delle tracce di questo album.

Per me parlare di Sir James Paul McCartney è una emozione unica, un onore unico e non nego che sono abbastanza intimidita difronte la grandezza di questo grande artista, che ha scritto parte della storia della musica, un maestro, IL MAESTRO, il precursore, insieme a Lennon, della musica contemporanea, così come la conosciamo oggi.
Lui sicuramente, e non esagero in questo,  ha scritto le più belle canzoni della musica contemporane…e per “contemporanea” intendo tutto quello che è stato realizzato dopo la comparsa dei Beatles in poi nel mondo musicale.

Mccartney_gershwinAscolto le tracce di NEW e mi frullano pensieri in testa, tanti pensieri… la mia mente fa un gran viaggio a ritroso  e penso a quanto tempo è passato  da qando  il quindicenne McCartney conobbe il ragazzo John Lennon ,alla fine degli anni ’50, (esattamente il 1957) nella St. Peter’s Church Hall di Liverpool.
beatles1
Penso inevitabilmente ai primi anni ’60, quando scoppiò la Beatlesmania…successo e popolarità planetaria…ma oltre a questo, i Beatles , con McCartney e Lennon  (ed in parte anche a George Harrison), dimostrarono avere della creatività, della genialità e delle capacità compositive senza eguali.
8320-Abbey-Road-image

Dalle mani di Paul (insieme a John), vennero fuori dei capolavori  ritenuti tali universalmente e che hanno vinto la “barriera del tempo”, perchè sono diventate IMMORTALI… vero patrimonio dell’umanità…e parlo ad esempio di canzoni come Yesterday, Michelle, Yellow Submarine, Penny Lane, Hey Jude, Get Back, Let It Be, Strawberry Fields Forever,  All You Need Is Love, Helpe tante altre, fino all’album “CAPOLAVORO” di tutti i tempi ,Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band “, album fra i più famosi della storia del rock e uno dei primiconcept album della musica rock.

The-Beatles-Sgt.-Pepper’s-Lonely-Heart-Club-BandQuasi tutti questi lavori furono  “prodotti” da George Martin, storico produttore dei Beatles, e fa specie ora, nel 2013, nell’ultimo album di McCartney, trovare il nome di Giles Martin (figlio di George) tra i nomi dei produttori di “NEW”.
Gli altri produttori del disco sono , Mark Ronson (Back To Black di Amy Winehouse), Ethan Johns e Paul Epworth.

L’ultimo disco di inediti di Paul risale al 2007 “Memory Almost Full” del 2007 e in questi sei anni ha fatto diverse cose, tipo la colonna sonora e al documentario Sound City, poi un “pessimo” duetto con  Bob Cornelius Rifo”, “Out Of Sight” per il disco dei Bloody Beetroots, fino  a cantare addirittura al posto di Cobain nei Nirvana in una STORICA perfomance di  “Cut Me Some Slack”.

Video -Nirvana and Paul McCartney perform “Cut Me Some Slack” at Safeco Field 7/19/2013 #OutThere
[youtube id=”SpqOcjGSFJ4″]

Mi sono chiesta perchè Macca abbia intitolato questo disco “NEW” e la risposta l’ho trovata nell’ascolto del disco, nel suo complesso, fatto di 12 tracce, 12 canzoni che ti portano per mano a fare un virtuale giro sulla giostra creativa di un McCartney che a 71 anni suonati le “suona” ancora a tanti, troppi suoi colleghi, anche a chi potrebbe essergli nipote…e la giostra ti porta giù in basso  in dimensioni malinconiche che ricordano i bei tempi dei Fab Four ( come in “NEW”) e poi su, in alto, verso picchi di creatività e sperimentazione tali quasi da non riconoscere, in alcune canzoni, il Paul che conosciamo (come in “Everybody Out There”…e qui sembra quasi  ascoltare David Bowie)…e poi veloce e forte si va in direzione di energiche e possenti sonorità  in puro sapore di rock, quel rock  che ti da cazzotti al ventre senza riserve (come in “Save us”)…e poi, l’attimo dopo, all’improvviso, ti ritrovi a volare letteralmente nella magia delle melodie che solo Sir Macca riesce a creare (come in “Early Days”)…e a questo punto capisci il senso del titolo “NEW”…si “NUOVO”, perchè in questo disco troviamo un “NUOVO Artista“, che riesce sempre a “reinventarsi” a dispetto dei suoi 71 anni…lui con una carriera di più di 50 anni alle spalle, che sembra non invecchiare mai artisticamente, pur rimanendo fedele all’esperienza e al sound di un passato glorioso che tanto ha dato, insegnato alla musica tutta per decenni e decenni!
paul2013_s10_0119rt_wide-bebc780953fce18fd827235fa86c88dc44c7d405-s40-c85
Ma quello che più di tutti si percepisce all’ascolto dell’album è la “gioiosità” del fare musica…la “voglia” (ancora,…dopo 50 anni) di fare e creare musica…si sente forte la passione per la musica che lo ha accompagnato sin dagli inizi della sua carriera , come  una candela infinita che non si spegne mai…ed è pura gioia ascoltarlo mentre, nel suo personale “Paese dei balocchi”, fatto di note,arrangiamenti, melodie, testi , lui sembra divertirsi ANCORA…con lo stesso entusiasmo di chi ha cominciato a scrivere canzoni ieri…con la stessa voglia di “ricerca” di sonorità originali e arrangiamenti assolutamente geniali ( vedi la traccia “Apprecciate”)…e alla fine vorresti che quel “NEW” fosse per sempre…ma le cose belle finiscono sempre troppo presto, e le 12 tracce del disco terminano con un’ultima canzone che ti “stende” completamente, “Road” un pezzo assolutamente originale, degno delle migliori sonorità dei Depeche Mode incrociato con alcune sperimentazioni del Duca Bianco, la ricerca raffinata dei Talking Heads e l’energia ritmica di una composizione degli U2.

894767_10152022635258313_2115462055_o
Una canzone su tutte, “Hosanna”, mi ha fatto davvero rivivere le sonorità tipiche  dei Beatles, ovviamente rinnovate e riviste, sound che riporta alla mente i periodi del Sgt. Peppers o del White Album.

Nel complesso, a livello di “produzione”, è stato sorprendente , curioso e piacevole ascoltare delle sonorità davvero vintage, una sorta di autocelebrazione di quello che fu la produzione in studio dei “Beatles sperimentali”, ad esempio ai tempi di Sgt. Peppers (e non solo) , tipo l’uso del mellotron o l’aver usato i nastri al contrario e tutto questo “miscelandolo” con un uso di synth, in alcuni casi, davvero ad effetto.

1152-5
Si potrebbe stare qui a scrivere ancora parole su parole su questo disco…ma sarebbe tutto tempo sottratto all’ASCOLTO e alle EMOZIONI…perchè con NEW, l’unica cosa GIUSTA da fare, per chi ama davvero la musica, è “ ASCOLTARE” e lasciarsi attraversare da decenni e decenni di esperienza compositiva e musicale, tutta racchiusa in un Paul McCartney che con questo disco ha ben “sintetizzato” tutto quello che fu e tutto quello che sarà artisticamente e creativamente parlando.

1375036_10152020249828313_1462560357_n

 

Chiuderei questa recensione con le stesse parole di “Macca”:

Mai fare paragoni con il passato […] Non è difficile presentare qualcosa di nuovo, è difficile fare qualcosa di buono, perché tendi sempre a fare il paragone con quanto hai realizzato prima. In realtà devi solo dimenticare il passato. […]Mi piace così tanto scrivere che non riesco a fermarmi […]Ecco perché è arrivato NEW “!!!

Cos’altro aggiungere?…Nulla, ha detto tutto lui…in tutti i sensi…e da sempre!!!

 

 

 

 

 

La tracklist del album NEW è la seguente:

‘Save Us’ (produced by Paul Epworth)
‘Alligator’ (produced by Mark Ronson)
‘On My Way to Work’ (produced by Giles Martin)
‘Queenie Eye’ (produced by Paul Epworth)
‘Early Days’ (produced by Ethan Johns)
‘New’ (produced by Mark Ronson)
‘Appreciate’ (produced by Giles Martin)
‘Everybody Out There’ (produced by Giles Martin)
‘Hosanna’ (produced by Ethan Johns)
‘I Can Bet’ (produced by Giles Martin)
‘Looking At Her’ (produced by Giles Martin)
‘Road’ (produced by Giles Martin)

1239018_10151975377993313_1879263877_n

 “NEW” è scaricabile nelle seguenti piattaforme:

iTunes: http://smarturl.it/PMnewiTunes
Amazon: http://smarturl.it/PMc_New_Album_Amzn
Google Play: http://g.co/PlayPaulMcCartney

976774_10152012527348313_958351938_oLe 12 tracce di “New” sono state presentate a Londra dopo essere state anticipate da un concerto da 15 minuti a Times Square, nel centro di New York (l”annuncio dell’evento è stato dato via Twitter solo un’ora prima dell’evento).

Video al Time Square- New York

[youtube id=”_1biuEZ2dHI”]

Video promozionale per l’uscita di “NEW”-Paul McCartney ‘New’ (Lyric Video) – ‘NEW’ Album Out Now!

[youtube id=”BkbbP0ozyMs”]

Video curioso in cui Paul McCartney fischietta il 1mo estratto di “NEW”, prima di entrare in scena durante una performance
Paul McCartney ‘New’ : Impromptu Acoustic Performance
[youtube id=”Tc6rQMksXXA#t=27″]

Nuovo aggiornamento al 18 Ottobre 2013

Nuova esibizione a sorpresa, dopo quella di New York, di Paul Mc Cartney, questa volta a Londra, al Covent Garden e anche questa volta annunciata con un messaggio su Twitter postato dell’esibizione.i Paul McCartney e band esegue 4 brani del nuovo suo album , “NEW”.

[youtube id=”JwHpqQKzSvw”]

Nuovo aggiornamento al 22 Ottobre 2013
Johnny Depp, Meryl Streep, Jude Law,e Kate Moss sono solo alcuni dei nomi che appariranno nel nuovo video girato negli Abbey Road Studios, del 2ndo estratto da NEW, QueenieEye,  che uscirà giovedì 24 ott. su VEVO

Qui il link per vedere 10 esclusive Gift tratte dal video: http://www.buzzfeed.com/whitneyjefferson/10-gifs-from-paul-mccartneys-queenie-eye-music-video

Qui il Video Trailer – 60 Seconds
[youtube id=”YHEsbuNNZuw”]

 

 

Comments

2 COMMENTS

Comments are closed.