Home Musica Seconda edizione del Festival “Hai paura del buio?” il 4 Ottobre a...

Seconda edizione del Festival “Hai paura del buio?” il 4 Ottobre a L’Aquila.

140
0
SHARE

di Mela Giannini
In quanti davvero abbiamo “paura del buio”…e in quanti vivono “al buio” e in quanti sono “obbligati”  alla condizione del “buio”?
Il “buio” come metafora di privazione, di solitudine, di abbandono, di silenzio, di “cecità altrui”…e tanto altro!

X

Dal buio si può uscire, si DEVE uscire, non si deve perdere la speranza…e quella “luce” che vincerà sul buio deve partire anche da tutti noi, dalle nostre indignazioni gridate, scritte, raccontate…ma anche “suonate”, “cantate”, “recitate”, “danzate”…espresse in qualsiasi modo, affinchè insieme si formi una grande cassa di risonanza che produca un suono talmente forte che non può non essere ascoltato …un suono che risvegli le coscienze e porti a non dimenticare!

Questa premessa introduce una stupenda iniziativa, quella del Festival “Hai paura del buio?”, partita da una idea di Manuel Agnelli e dal suo gruppo, gli Afterhours, idea che si era già concretizzata l’anno scorso in tre date tra Torino, Roma e Milano che registrarono il sold out .

10641015_792758007413981_6721160575793609373_n

In una recente intervista Manuel Agnelli ha dichiarato:
Per la prima edizione del festival abbiamo puntato alle grandi città per riscuotere l’attenzione sull’evento e sulle problematiche che volevamo discutere. L’esperimento è riuscito piuttosto bene, si è creata una rete solida tra addetti ai lavori e tra politici più o meno illuminati […] Il Festival all’inizio è nato per creare una rete di artisti di vari ambiti e incoraggiarne l’interazione nel campo dell’arte e della cultura. Poi si è ritrovato a esprimere un certo malcontento degli artisti riguardo il modo stesso di gestire la cultura. Così il Festival si è identificato anche nello spirito di cambiamento, nella volontà di portare alla luce le problematiche dell’ambiente dello spettacolo

Hai-paura-del-buio-il-4-ottobre-all-Aquila-il-festival-targato-Afterhours

E’ bene spiegare come è strutturato, in cosa consiste e cosa succede in questo particolare Festival.
Questa è un kermesse multidisciplinare in cui varie forme d’arte, provenienti dal mondo della musica, del teatro, della danza e dello spettacolo, interagiscono tra loro, si intersecano, dando vita a “esperienze artistiche” uniche nel loro genere, come anche, ad esempio, pièce basate sulla improvvisazione estemporanee  tra vari artisti.
La seconda edizione di questo Festival, che quest’anno si svolgerà il 4 Ottobre su tre palchi diversi ( Main Stage-Second Stage-Indoor Stage), con oltre venti performance, avrà una location davvero simbolica, la città de L’Aquila.

prefettura copia

Come ben sapete L’Aquila è quella città che il 6 Aprile del 2009 subì un grave terremoto e da allora entrò davvero in un vero e proprio tunnel fatto di “BUIO”, perchè quel giorno non crollarono solo edifici, ma crollò l’intera dignità degli abitanti di quella città e tutto il tessuto  sociale di quest’ultima , lasciando la gente  nell’assoluta incertezza del domani.
Da allora a L’Aquila tutto si è retto sulla “speranza” della ricostruzione, sulla speranza di “promesse fatte” di aiuti , non solo per le infrastrutture edili, ma anche sociali e culturali, imprenditoriali ed economiche.

Già nel 2012 gli Afterhours aderirono , insieme a Il Teatro degli Orrori, ad un evento in sostegno della popolazione de L’Aquila e in molti all’epoca, compreso lo stesso gruppo,  auspicarono che nel futuro potessero aver luogo altre manifestazioni più o meno simili, e questo  affinchè non si “spegnessero” le luci sulle problematiche di quella città, e affinchè si incoraggiasse i giovani  a ritornare in quel territorio per ritrovare quel patrimonio culturale di cui, quella città, era detentrice prima del terremoto.

NEWS_217246

C’è da sottolineare che le istituzioni locali e i giovani imprenditori del posto hanno contribuito concretamente affinchè l’evento quest’anno si fosse potuto tenere a L’Aquila e che si svolgesse in determinato e specifico luogo, in una location ancora più simbolica per i giovani, l’area del Set Action & Stage, una bellissima giovane realtà culturale del luogo, gestita dell’associazione KeepOn.

L’ingresso al pubblico, per poter assistere ai vari eventi del Festival è assolutamente GRATUITO, ed è per questo motivo che tutti gli artisti, collaboratori, tecnici e tutti gli addetti ai lavori che faranno si che l’evento possa realizzarsi, hanno accettato di essere retribuiti solo per il rimborso spese.

Molti sono gli artisti, che insieme agli Afterhours hanno aderito all’iniziativa, soprattutto Pierò Pelù, che non ha esitato un attimo a dare la sua disponibilità. Ma ci saranno tanti altri artisti.

XX

Questo è il cartellone che indica chi parteciperà all’edizione 2014 di questo Festival:

Afterhours (che apriranno e chiuderanno il Festival con due concerti)
Antonio Rezza e Flavia Mastrella (performance teatrale)
Piero Pelù (concerto)
Paolo Giordano con Plus (Minus&Plus) (reading)
Bachi da Pietra (concerto)
Versus – Cristiano Carotti VS Desiderio (performance dj e vj set)
Valentina Chiappini (performance)
Diodato (concerto)
Enrico “Der Maurer” Gabrielli + Sebastiano De Gennaro (musica contemporanea e attitudine punk)
Ghemon (hip hop)
Le Indiesponenti (dj set)
Graziano Staino (video-arte)
Isabella Staino (installazione pittorica)
Luminal (concerto)
Nebulae (danza)
Ura (concerto)

Cartellone degli orari e degli Stage delle diverse esibizioni:

10698454_925271917501996_8123350990984088424_n

Il Set Action & Stage è sito in via Rodolfo Volpe c/o ex Multisala Garden / Monticchio / L’Aquila.
Saranno messe a disposizioni navette e autobus per raggiungere le location del Festival. Trovate tutte le informazioni —>QUI La manifestazione verrà evidenziata sui social con hashtag #HPDB14

Video-“Hai paura del buio?”@L’Aquila: parla l’assessore Emanuela Di Giovambattista
[youtube id=”PDx4zZlv-Lc”]

 

Comments

LEAVE A REPLY