Home Musica Springsteen annulla concerto in North Caroline e si schiera con la comunità...

Springsteen annulla concerto in North Caroline e si schiera con la comunità LGBT

639
0
SHARE

di Mela Giannini

Il Boss non ci sta, lui paladino dei più deboli e degli emarginati da sempre, con una scelta palesemente politica, protesta contro l’establishment politico dello stato statunitense del North Caroline, guidato dal governatore repubblicano Pat McCrory, e annulla un suo concerto in quello stato.

La protesta dell’artista è quella contro l’approvazione di una spregevole legge omofoba, la Legge HB2 (norme sulla sicurezza e la privacy nelle strutture pubbliche) che oltre a limitare i diritti civili della comunità LGBT – stabilendo addirittura quali bagni debbano per LEGGE utilizzare in base dell’identità anagrafica e non secondo l’identità sessuale – rende, inoltre, nulle alcune misure anti discriminazione per proteggere gay e transgender, impedendo di fatto a queste comunità di intentare, ad esempio, cause in caso di discriminazione sul posto di lavoro.

Domenica Springsteen avrebbe dovuto esibirsi in una città del North Caroline, a Grensboro, ma con un comunicato ha spiegato il perchè dell’annullamento del concerto, scrivendo, tra le altre, che lui protesta “contro chi vuole cancellare i progressi fatti nel riconoscimento dei diritti. Siamo solidali con i combattenti per la libertà, ci sono cose più importanti di uno spettacolo rock  e questa lotta contro pregiudizio e bigottismo è una di queste“.

Questo quanto scritto nel comunicato :
Come sapete, voi che siete miei fans, dovrei suonare a Grensboro in North Carolina questa domenica. Come sappiamo la North Carolina ha appena approvato la HB2, che i media hanno definito la “legge del bagno”. La HB2 – ufficialmente nota come Legge sulla Sicurezza e la Privacy nelle Strutture Pubbliche – stabilisce in quali bagni è permesso andare alle persone transgender. Altrettanto importante il fatto che la legge attacchi anche il diritto dei cittadini LBGT a fare causa quando i loro diritti umani sono violati sul posto di lavoro. Nessun altro gruppo di cittadini di quello Stato è costretto a sopportare un fardello simile. Per me, è un tentativo da parte di persone che non tollerano il progresso che il nostro Paese ha fatto nel riconoscimento dei diritti umani di tutti i cittadini, di sovvertire questo progresso. In questo momento ci sono molti gruppi, aziende e individui in North Carolina che stanno lavorando per opporsi e sopraffare questi sviiluppi negativi. Messo in conto tutto questo, credo che per me e la Band sia giunto il momento di manifestare la nostra solidarietà  a questi combattenti per la libertà. Per questo, e con le nostre scuse più profonde ai nostri appassionati fans di Grensboro, abbiamo cancellato il nostro show in programma domenica 10 aprile. Certe cose sono più importanti di un concerto rock e questa battaglia contro i pregiudizi e il bigottismo – che si sta svolgendo mentre scrivo – è una di quelle. E’ il mezzo più potente che ho per far sentire la mia voce contro coloro che continuano a spingerci indietro anziché in avanti.”

Ovviamente Springsteen farà rimborsare i biglietti del concerto, e non solo, perchè l’artista invita i suoi fans a scrivere, in un format che viene fornito nel comunicato, direttamente ai politici che hanno varato la discussa legge per chiederne l’abrogazione.

Ricordiamo che le conseguenze e ritorsioni economiche che il North Caroline sta subendo in questi giorni sono davvero ingenti. Tante sono le società che in ogni modo stanno protestando, dalla società PayPal alla Pepsi-Cola. Addirittura anche l’amministrazione Obama sta valutando di negare i fondi federali per scuole, strade e progetti immobiliari, allo Stato, cosa che metterebbe in ginocchi tutta l’economia del North Caroline.

Comments